La Commissione Ue ha aperto il procedimento per innalzare l’obiettivo di riduzione delle emissioni inquinanti al 2030, portandolo ad almeno il 50-55% in confronto ai livelli del 1990 (ora l’obiettivo è fissato al 40% di riduzione), in linea con quanto previsto dalla “legge sul clima”, la Climate Law presentata all’inizio di marzo che punta a conseguire l’azzeramento netto delle emissioni di CO2 entro il 2050.

Così nel terzo trimestre 2020 la Commissione europea pubblicherà una comunicazione con tutte le misure da mettere in campo per raggiungere il nuovo traguardo; intanto fino al 15 aprile è possibile inviare commenti, proposte e suggerimenti sulla Roadmap dell’iniziativa, mentre nei mesi successivi sarà aperta la consultazione pubblica.

Più in dettaglio, questa prima fase di consultazione (feedback period) verte su un particolare documento, Inception Impact Assesment, che intende informare i cittadini sul piano della Commissione per gli obiettivi climatici al 2030, permettendo loro di trasmettere informazioni rilevanti che potrebbero contribuire allo sviluppo futuro dell’iniziativa.