Una joint-venture con Enel X e tante batterie nella nuova strategia Volkswagen per il 2030

Prevista una rete con più di 3.000 punti di ricarica veloce in Italia entro il 2025. E in Europa VW avrà sei gigafactory.

ADV
image_pdfimage_print

Volkswagen continua a essere in prima linea nella rivoluzione della mobilità elettrica con la presentazione della nuova strategia per il 2030, battezzata New Auto, che include un accordo con Enel X per la realizzazione di punti di ricarica veloce in Italia.

Herbert Diess, amministratore delegato del gruppo VW, ha così rimarcato la forte scommessa della casa di Wolfsburg sulle vetture 100% alla spina, con uno sguardo già rivolto alle nuove tecnologie digitali e alla guida autonoma.

Per quanto riguarda la partnership tra Enel X e Volkswagen, è stata annunciata una joint-venture paritaria il cui obiettivo è favorire la diffusione dei veicoli elettrici nel nostro paese.

La joint-venture, infatti, svilupperà e gestirà una rete con più di 3.000 punti di ricarica veloce fino a 350 kW in 700 località italiane, entro il 2025.

Nella strategia Volkswagen le batterie avranno un ruolo fondamentale.

Celle, pacchi batteria, ricarica elettrica ed energia saranno le primarie competenze della nuova divisione tecnologica del gruppo VW, spiega una nota.

La casa tedesca intende sviluppare una catena controllata di forniture di batterie a 360 gradi, dalle materie prime al riciclo finale. Pertanto sta introducendo un formato unificato di celle che permetterà di abbattere i costi fino al 50% al 2030.

Si parla di sei gigafactory in Europa con una capacità produttiva pari a 240 GWh/anno entro il 2030.

La prima super fabbrica di batterie, prosegue la nota, sarà quella svedese di Skelleftea, realizzata dal partner Northvolt, con inizio previsto delle attività nel 2023.

Poi Volkswagen ha appena firmato un accordo con il partner cinese Gotion High Tech, specializzato nella produzione di celle, per quanto concerne la seconda gigafactory europea a Salzgitter (Germania), che entrerà in esercizio nel 2025.

Il costruttore auto tedesco punta poi a investire in Spagna, dove è previsto un altro grande stbilimento da 40 GWh/anno di capacità produttiva.

Il gruppo VW intende anche realizzare un intero ecosistema di servizi energetici, comprese le ricariche delle batterie, intorno ai suoi veicoli elettrici.

Più in generale, VW ritiene che i modelli elettrici faranno il 50% delle sue vendite globali nel 2030, per poi arrivare a quasi il 100% di veicoli a zero emissioni nel 2040 nei principali mercati.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti