Impianto fotovoltaico dimezza il costo della bolletta di una miniera di granuli di basalto

CATEGORIE:

L'impianto siciliano è composto da 4 impianti FV da 500 kW dotati di inverter trifase Synergy e di ottimizzatori di potenza di SolarEdge. Su base annua il risparmio stimato è di circa 275mila euro.

ADV
image_pdfimage_print

Un impianto fotovoltaico da 2 MW, installato a terra vicino alle strutture operative siciliane di Granulati Basaltici srl, ha permesso all’impresa di ridurre la propria bolletta elettrica mensile del 45%, passando da una spesa media mensile di 50.000 euro a circa 27.000 euro.

Su base annua il risparmio stimato è stimabile in circa 275.000 euro, così da consentire all’azienda di recuperare l’investimento in circa 5 anni.

La società del Gruppo Ferrara, in provincia di Siracusa, è uno dei principali specialisti italiani nell’estrazione e nella produzione di aggregati di basalto, che serve come fornitore primario di massicciata (pavimentazione stradale o di una ferrovia) nel Centro-Sud Italia per Rete Ferroviaria Italiana, responsabile della gestione dell’infrastruttura delle Ferrovie dello Stato.

L’attività estrattiva dell’azienda richiede una notevole quantità di energia, che nelle ore di punta può raggiungere anche 1,7 MW, che ora verranno in parte generati grazie all’elettricità solare autoprodotta.

Nonostante la miniera di granuli di basalto potrebbe chiudere entro il 2035, a causa dell’esaurimento delle risorse, l’azienda ha già un piano che prevede la creazione di nuovi impianti fotovoltaici sul sito, per rendere ancor più sostenibile la spesa energetica. Come spiega  Francesco Ferrara, rappresentante legale di Granulati Basaltici, una volta esaurita la cava, la presenza di questi impianti fotovoltaici garantirà al terreno una seconda vita come parco solare.

L’impianto FV

L’impianto solare da 2 MW è costituiot da 4 impianti fotovoltaici da 500 kWp ed è stato installato da CIESSE (C.S. GROUP srl), azienda che opera nel settore dell’efficientamento in Sicilia. C.S. Group ha progettato gli impianti in base alle effettive fluttuazioni del consumo energetico giornaliero dell’azienda, con un picco di consumo al mattino, seguito da una graduale diminuzione durante il pranzo e nel tardo pomeriggio.

Invece di essere posizionati con un orientamento unico verso sud, in ogni campo fotovoltaico i pannelli sono posizionati con inclinazioni diverse per catturare il massimo irraggiamento durante il giorno in base alla posizione del sole, aumentando così la quantità di energia solare disponibile durante le specifiche ore di luce.

L’impianto è dotato di inverter trifase Synergy e di ottimizzatori di potenza di SolarEdge.

Come spiega Alessio Catalano, CEO di C.S.Group srl: “Questa flessibilità di progettazione di un impianto fotovoltaico non è possibile con la normale tecnologia degli inverter di stringa, poiché in questo caso tutti i pannelli della stringa devono essere posizionati con la stessa angolazione e inclinazione. Gli ottimizzatori di potenza di SolarEdge, invece, consentono a ogni pannello di lavorare individualmente, dando ai progettisti la versatilità di pianificare l’installazione per sfruttare al meglio il sole nelle diverse ore del giorno e produrre più energia dal sistema. Poiché la riduzione dell’ingente bolletta energetica di Granulati Basaltici grazie all’autoconsumo era un obiettivo primario, disporre di queste funzionalità diventava fondamentale per l’azienda”.

Gli ottimizzatori di potenza sono piccoli dispositivi che si posizionano dietro i singoli pannelli fotovoltaici, consentendo loro di raggiungere il picco di produzione di energia anche in presenza di ombreggiature. A differenza delle tecnologie tradizionali degli inverter di stringa, se l’efficienza energetica è bassa su un pannello specifico, il problema viene isolato e non si ripercuote sul resto del campo fotovoltaico, garantendo a Granulati Basaltici la massima produzione di energia, elemento fondamentale per il suo investimento.

La presenza di un ottimizzatore di potenza sui singoli pannelli consente poi il monitoraggio in tempo reale a livello di pannello, permettendo a Granulati Basaltici di controllare da remoto e in qualsiasi momento le prestazioni del sistema, agevolando la risoluzione dei problemi a distanza da parte dell’installatore.

Christian Carraro, General Manager South Europe di SolarEdge, recentemente intervistato da QualEnergia.it proprio sul tema del fotovoltaico C&I, conclude: “La storia di successo di Granulati Basaltici esemplifica la crescente trasformazione delle industrie pesanti verso l’energia fotovoltaica. L’industria pesante richiede un elevato consumo di energia e, data la volatilità dei prezzi dell’elettricità, il passaggio all’autoconsumo con l’energia solare offre alle aziende la possibilità di diventare più indipendenti dalla rete e di ridurre le bollette energetiche”.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti