Il sistema elettrico italiano affronta l’estate in arrivo più preparato rispetto all’anno scorso, ma se le temperature saranno superiori alla media saranno essenziali le esportazioni, mentre in alcune zone e in alcuni momenti la domanda potrebbe non essere in grado di assorbire la produzione da rinnovabili non programmabili.

Questo, in estrema sintesi quanto si legge a proposito del nostro paese nel Summer Outlook 2018 dell’associazione degli operatori del trasporto elettrico europeo, Entso-E (allegato in basso).

L’edizione 2018 del rapporto dedica una particolare attenzione all’Italia, dati “alcuni importanti segnali di allarme in termini di adeguatezza a livello nazionale registrati nel passato: estate 2015 e inverno 2016-2017”.

Tra il 2012 e il 2017, nota il documento, sono stati chiusi 16 GW di potenza e la capacità totale disponibile è scesa da 77 a 61 GW, senza …

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
QualEnergia PRO