Rinnovabili ad accesso diretto, un’interrogazione e una vaga risposta del Governo

  • 5 Luglio 2017

I piccoli impianti rinnovabili, come i minieolici, non allacciati alla rete entro il 29 giugno per ritardi del gestore di rete, subiranno una decurtazione degli incentivi. Un’interrogazione e un'inadeguata risposta del Governo, anche sull'eventualità di una proroga che possa evitare contenziosi.

ADV
image_pdfimage_print

Come si procederà per gli impianti mini eolici, idroelettrici o altri a fonti rinnovabili ad accesso diretto che non sono riusciti ad entrare in esercizio entro il 29 giugno, che cioè non sono stati allacciati alla rete solo per una questione di tempistiche con il relativo gestore di rete?

La questione …

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti