Diagnosi energetiche e ISO 50001, bando per finanziamenti alle PMI piemontesi

  • 29 Settembre 2016

CATEGORIE:

Nel Bollettino Ufficiale Regionale il bando che supporta le PMI nella realizzazione di diagnosi energetiche e per l’ottenimento di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001. La dotazione finanziaria è pari a 2.388.000 euro. Le domande vanno inviate dal 3 ottobre.

ADV
image_pdfimage_print

La Regione Piemonte ha pubblicato sul bollettino ufficiale del 21 settembre 2016 il bando che supporta le PMI nella realizzazione di diagnosi energetiche e per l’ottenimento di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001.

Il bando mette in atto l’asse IV del il POR FESR 2014-2020 (azione IV.4b.2.1) “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive, compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza.

La dotazione finanziaria è pari a 2.388.000 euro, di cui il 50% a carico del Ministero dello Sviluppo Economico e la restante quota, pari a 1.194.000 €, a carico di fondi POR FESR 2014-2020.

Il sostegno verrà erogato sotto forma di contributo a fondo perduto, pari al 50% delle spese ammissibili.

Spese ammissibili

Sono ritenute ammissibili unicamente le spese documentate, al netto di IVA, sostenute dai beneficiari, a far data dal 29 dicembre 2015 che siano:

a) relative a servizi per la redazione delle diagnosi energetiche finalizzate alla valutazione del consumo di energia e al risparmio energetico conseguibile. La prestazione deve essere eseguita da società di servizi energetici, esperti in gestione dell’energia o auditor energetici, certificati da organismi accreditati.

b) relative a servizi finalizzati all’attuazione del sistema di gestione e il rilascio della certificazione di conformità alla norma ISO 50001. Le fatture o la documentazione di spesa equivalente devono essere intestate al beneficiario.

Come presentare le domande

La domanda di contributo deve essere inviata via Internet, a partire dalle ore 10 del 3 ottobre 2016, compilando il modulo telematico il cui link di riferimento è riportato sul sito della Regione.

Entro 5 giorni lavorativi dall’invio telematico della domanda, il file di testo della stessa, messo a disposizione dal sistema a conclusione della compilazione on line, deve essere trasmesso a Finpiemonte, insieme agli allegati obbligatori, via PEC, all’indirizzo: [email protected].

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Il bando e gli allegati (pdf)

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti