Geotermia, Enel Green Power si butta sul mercato indonesiano

  • 15 Luglio 2016

Enel Green Power si è aggiudicata con una gara il diritto di esplorazione e realizzazione per un impianto geotermico da 55 MW in Indonesia. L'impianto sarà messo in esercizio nel 2022. Alcune attività di EGP in Asia.

ADV
image_pdfimage_print

Enel Green Power (Egp) in consorzio con l’indonesiana PT Optima Nusantara Energy (Pt One), specializzata nello sviluppo di progetti geotermici, si è aggiudicata il diritto di esplorazione e realizzazione del progetto di un impianto geotermico da 55 MW di Way Ratai, situato nell’omonima area che si trova nella provincia di Lampung, in Indonesia.

Il progetto, aggiudicato in seguito alla gara indetta lo scorso dicembre dal ministero dell’Energia e Risorse Minerali, sarà il primo sviluppato da Enel nel paese e segnerà l’ingresso dell’azienda nel mercato delle rinnovabili indonesiano.

Per la fase di esplorazione di Way Ratai Enel investirà fino a 30 milioni di dollari, come previsto dai programmi di investimento dell’ultimo Piano strategico del Gruppo.

La realizzazione dell’impianto geotermico, che dipenderà dai risultati dell’esplorazione, sarà completata e messa in esercizio nel 2022. Egp e Pt One creeranno appositamente per il progetto una speciale società veicolo ‘Special purpose vehicle- Spv‘, di cui Egp avrà la quota di maggioranza. In accordo con il regolamento di gara, l’energia prodotta dall’impianto, circa 430 GWh all’anno, sarà venduta all’utility statale Pln in base ad un accordo di vendita trentennale.

L’Indonesia può contare su un vasto potenziale di rinnovabili, in gran parte ancora non sfruttato; in particolare quello geotermico è stimato in 24 GW, pari al 40% delle riserve mondiali. Inoltre è prevista una forte espansione della domanda di energia elettrica, dovuta all’alto tasso di crescita economica e al basso tasso di elettrificazione, tanto che il 27% dei 250 milioni di abitanti è ancora privo di accesso all’energia.

La gara è inserita nel programma di diversificazione energetica del paese che si pone l’obiettivo di portare la quota di rinnovabili dall’attuale 12% al 23% entro il 2025.

In Asia, Enel possiede una quota di maggioranza di BLP Energy, uno dei leader indiani nel settore delle rinnovabili che possiede e gestisce parchi eolici per una capacità totale di 172 MW in grado di produrre 340 GWh all’anno. Attualmente in Indonesia, Enel detiene una quota di minoranza nella compagnia mineraria Bayan Resources.

Recentemente inoltre il Gruppo ha firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l’utility energetica indonesiana PT PLN Persero per esaminare la possibile cooperazione in progetti di generazione elettrica nel paese, partendo da una valutazione comune del mercato locale delle rinnovabili, delle tecnologie convenzionali e delle mini-grid.

Lo scorso anno, EGP ha siglato un MoU con la giapponese Marubeni Corporation per cooperare nella valutazione di opportunità di business in progetti rinnovabili principalmente nella regione Asia-Pacifico, Indonesia compresa.

Infine quest’anno Enel ha siglato con Marubeni un altro MoU per sondare opportunità di sviluppo comune nel settore della generazione da gas nella stessa regione.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti