Spagna, a marzo le rinnovabili oltre il 51% della produzione elettrica

In Spagna nel mese di marzo il 51,1% della produzione elettrica è venuto dalle energie rinnovabili. L'eolico è in assoluto la prima fonte del paese: la sua produzione, cresciuta del 60% rispetto allo stesso mese del 2012, ha pesato nel mix per quasi il 30%, superando il nucleare, che copre il 23%.

ADV
image_pdfimage_print

In Spagna nel mese di marzo il 51,1% della produzione elettrica è venuto dalle fonti rinnovabili. L’eolico è stato in assoluto la prima fonte del paese: ha raggiunto il 27,7%, superando il nucleare che ha pesato per il 23,3% (vedi grafico sulla produzione di marzo 2013). A dirlo  le stime diffuse ieri da REE, il gestore di rete spagnolo. A marzo 2012 le rinnovabili avevano coperto “solo” per il 28% del mix elettrico, mentre la produzione da eolico, che questo mese ha raggiunto 5.463 GWh, allora era stata del 60,6% inferiore.

La domanda elettrica di marzo della Spagna è stata di 21.205 GWh, lo 0,7% in meno rispetto a marzo 2012, che si traduce in un calo del 2% se si tengono conto delle differenze di calendario e temperature.

Ancora più marcata la flessione della domanda se si considera il trimestre gennaio-marzo 2013, 64.400 GWh: -4,6% che diventa –3,7% una volta corretto il dato, considerando gli effetti di calendario e clima.

Da gennaio a marzo 2013, come si vede dal grafico in basso (produzione elettrica nel periodo gennaio-marzo), le energie innovabili hanno contribuito per il 47% del mix totale.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti