L’educazione

  • 30 Marzo 2006

CATEGORIE:

L'educazione

ADV
image_pdfimage_print

Quest’area del Portale Quale Energia è da considerarsi come uno strumento interiore in mano all’utente sia esso ragazzo o adulto.
Strumento interiore nel senso che indicherà delle realtà esistenti, modelli virtuosi ma non avrà la pretesa di educare dall’alto o di cristallizzare il materiale in forma statica, vorrà essere sempre invece in relazione con l’utente per spingerlo a trovare, a seconda del contesto dove egli vive e opera la soluzione più congeniale e quella più equilibrata.
Questa sezione si pone come obiettivo il fare, l’operare.
Spesso si è ritenuto e si ritiene che la natura dell’uomo necessiti un'”educazione” per giunta duratura e permanente.
Questo tipo di approccio mira a creare di fatto una contrapposizione tra la natura e la cultura ed è spesso fonte di disastri di lontananza mentale tra i problemi ambientali che ci circondano e le nostre responsabilità
Quest’area nasce piuttosto come area di cultura della natura dove i due elementi diventano inscindibili in quel meraviglioso processo che è la vita.
Educare è un atto politico che contribuisce a formare un idea di società, di uomo, di progetto.
Si ritiene che educazione significhi scendere a fondo e farsi un’idea di come stanno le cose, in modo da trasformare gli stimoli che possono arrivare da un portale come questo in atti propri e volontari che possano trasformare in meglio la società.
Questo è lo scopo di quest’area del portale che propone diversi strumenti che vanno dai giochi per avvicinare in modo più efficace e costruttivo i giovani ai grandi temi ambientali alle best practies per dimostrare ai cittadini che già esistono casi di successo che possono essere presi a modello, alle pubblicazioni e ai link che permettono di apprendere in modo sistematico cosa è presente a livello editoriale o in rete.
Infine saranno segnalati degli eventi che potranno diventare spunto di riflessione e di aggiornamento.
In questo modo insegnanti, giovani, cittadini, associazioni ambientaliste diventano parte attiva di un processo che li riguarda e possono oltre che informarsi in modo sempre più approfondito anche contribuire ai grandi cambiamenti necessari che l’emergenza ambientale attuale impone.

Buona navigazione.

Andrea Seminara 

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti