Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

I rifiuti campani in video

In video un servizio di Ambiente Italia del TG3 che denunciava qualche mese or sono l'emergenza rifiuti in Campania. Testimoni i giornalisti stranieri.

Un atto di accusa durissimo, testimoniato dalle immagini, dai fatti documentati e anche dalle parole dei giornalisti della stampa estera in un giro per le discariche abusive, legali e, ormai, spontanee della provincia di Napoli e di Caserta.
E' un servizio di Igor Staglianò andato in onda diversi mesi fa nella trasmissione Ambiente Italia del TG3, ma ancora attualissimo. In poco più di otto minuti il video da' un quadro devastante dell'emergenza rifiuti in Campania. Ma un fenomeno che è stato presente in questa società da almeno un decennio può definirsi emergenza? I giornalisti stranieri non credono ai propri occhi e alcuni affermano candidamente che se non avessero visto con i propri occhi non avrebbero mai potuto credere allo scempio di un territorio potenzialmente ricco di bellezze naturali e culturali.

Dal servizio emergono, neanche in maniera troppo celata, le responsabilità politiche, quella della camorra e dei vari interessi economici che permeano e causano questo fenomeno, unico in Europa.
I danni all'agricoltura, una delle risorse più importanti di queste aree, sembrano irreversibili e i problemi sanitari diventano sempre più incidenti su una popolazione che vive nei pressi delle discariche, ma anche di quella che consuma prodotti agricoli coltivati su terreni contaminati. Negli ultimi 15 anni si riscontra, infatti, un aumento delle patologie tumorali in tutta la provincia casertana sicuramente dipendente dall'inquinamento ambientale, assorbito dalla popolazione nel ciclo vitale dell'alimentazione.
Inoltre, le concentrazioni di diossina registrate dall'Arpac sono il doppio di quelle di Seveso.

Vedi video

7 gennaio 2008