Con l’eccezione delle cooperative idroelettriche “storiche”, è solo dalla metà degli anni 2000 che in Italia si sono sviluppate limitate esperienze di condivisione di impianti per la produzione di energia. Queste comunità energetiche, che hanno riguardato principalmente il fotovoltaico, si sono affermate come modelli partecipativi di investimento nel settore energetico, e sono state possibili grazie […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.