Trasporto marittimo e riduzione emissioni, tra politiche e innovazione tecnologica-organizzativa

PRO

C'è uno scontro in atto per costringere l'industria navale a ridurre le proprie emissioni che al 2050, senza alcun intervento, potrebbero essere pari al 20% del totale. Le diverse posizioni saranno presentate a Londra in questi giorni nella riunione dell’IMO, ancora poco responsabile sul tema.

ADV
image_pdfimage_print

È in corso una battaglia globale per costringere l’industria navale a fare la sua parte nell’affrontare il cambiamento climatico. In assenza di interventi immediati, entro il 2050 il trasporto marittimo potrebbe contribuire a quasi un quinto delle emissioni globali di CO2. Alcune nazioni extraeuropee e gli armatori resistono all’implementazione di soluzioni già disponibili. La questione […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti