Obiettivi 2030: come ovviare al rischio di deficit produttivo del settore elettrico in Italia

PRO

Se non vi fossero interventi concreti nei prossimi anni non solo sarà difficile raggiungere i target UE per le rinnovabili, ma anche fronteggiare il fabbisogno di elettricità del paese, con conseguente import di 99 TWh in più. Una ricetta in otto punti presentata da Alessandro Marangoni (Althesys).

ADV
image_pdfimage_print

Serve oggi una riflessione sulla questione della sicurezza energetica, a causa del possibile deficit produttivo che si potrebbe verificare nei prossimi anni. L’Italia ha bisogno di un nuovo ciclo di investimenti nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica, bioenergie, ma anche per termoelettrico, per ammodernare gli impianti e le reti e diffondere tecnologie smart e piccoli impianti […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti