Minieolico, gli operatori del CPEM contro burocrazia e incertezza

PRO

L'associazione denuncia i provvedimenti “punitivi” della Regione Basilicata e il preoccupante ritardo del nuovo decreto rinnovabili. Si torna a chiedere una proroga degli incentivi ad accesso diretto del dm 23 giugno 2016 e una sanatoria per gli impianti connessi in ritardo.

ADV
image_pdfimage_print

Nei giorni scorsi si è tenuto a Potenza un incontro tra Carlo Buonfrate, presidente del CPEM, associazione che rappresenta gli interessi del minieolico a livello nazionale, ed un gruppo di operatori lucani del settore. Il presidente – rende noto l’associazione in una nota – ha preso atto “dello stato di difficoltà e frustrazione” in cui […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti