Il mini eolico sfida le condizioni estreme della base italiana in Antartide

PRO
CATEGORIE:

Nella base italiana “Mario Zucchelli” a Baia Terra Nova verranno installate tre turbine tripala ad asse verticale Darrieus da 11,5 kW ciascuno della Ropatec di Bolzano. Il sistema prevede un accumulo da 55 kW nominali. Una sfida tecnologica tutta italiana, progettata da Enea.

ADV
image_pdfimage_print

L’energia eolica può essere utilizzata in ambienti estremi, come l’Antartide, e con tecnologia e competenze tutte italiane. Nella base italiana “Mario Zucchelli” a Baia Terra Nova verranno infatti installate tre turbine tripala ad asse verticale Darrieus da 11,5 kW ciascuna (modello SA40 della Ropatec di Bolzano, vedi foto in alto). Le macchine avranno un’altezza massima […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti