Scrivi

Dai dazi alle “aste di resilienza”, quali soluzioni per il solare Ue schiacciato dalla Cina?

PRO

Le associazioni europee del fotovoltaico chiedono misure urgenti di sostegno a Bruxelles, ma la Commissione rimane cauta. Le opzioni per evitare chiusure e fallimenti delle aziende.

ADV
image_pdfimage_print

Chiudere le fabbriche, delocalizzare la produzione all’estero, magari negli Stati Uniti grazie agli incentivi fiscali dell’Inflation Reduction Act (come sta facendo la svizzera Meyer Burger). Queste potrebbero rimanere le uniche opzioni per l’industria europea del fotovoltaico, se vuole evitare il fallimento, in un mercato dominato dalla concorrenza cinese, come denunciano le associazioni del settore FV […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×