Con la transizione energetica un nuovo “super-ciclo” per le utility europee

PRO

Nello scenario "Blue-sky" Goldman Sachs ipotizza che la transizione energetica verso le rinnovabili e le reti digitali innescherà una nuova consistente crescita delle spese in beni durevoli. Le grandi compagnie europee dovranno però fare i conti con gli asset “incagliati” del mondo fossile. Vediamo cosa potrebbe accadere.

ADV
image_pdfimage_print

Dopo otto anni di vacche magre per le grandi utility europee ci sono nuove opportunità di crescita all’orizzonte. Tanto ottimismo arriva da Goldman Sachs, forte della sua convinzione che la transizione energetica verso le reti intelligenti (le smart grid interconnesse) e le fonti rinnovabili farà aumentare i profitti delle principali società del settore. Non a […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti