LG Electronics chiuderà le attività legate a vendita e produzione di moduli fotovoltaici.

A circa 20 giorni dal lancio di una nuova gamma di prodotti 2022 per il mercato residenziale, arriva la decisione del consiglio di amministrazione di chiudere le attività legate al settore dell’energia solare entro il 30 giugno 2022.

Secondo i dati diffusi dalla stessa azienda a fine 2021, l’aumento dei costi della logistica globale, delle materie prime e il rallentamento delle vendite di moduli solari, dovuto all’aumento della concorrenza, hanno contribuito a una perdita operativa nel quarto trimestre dello scorso anno pari a 29,67 milioni di dollari.

Per un primo periodo – fa sapere una nota stampa ufficiale diffusa ieri, 23 febbraio – la società coreana continuerà a garantire servizi post vendita ai clienti e anche la produzione andrà avanti fino al secondo trimestre dell’anno.

LG potrebbe restare nel settore energetico, ma orientandosi su altri prodotti, oggi in crescita, come i sistemi di accumulo dell’energia e le soluzioni per la gestione dell’energia domestica.

“Rispetteremo pienamente le nostre garanzie in conformità con le normative applicabili e gli obblighi contrattuali”, scrive l’azienda in un messaggio sul proprio sito e sui canali social.