Il sistema di montaggio Sunballast® testato in galleria del vento

CATEGORIE:

Le ulteriori prove in galleria del vento a maggio: risultati e vantaggi del sistema di montaggio del fotovoltaico su coperture piane proposto da Basic srl.

ADV
image_pdfimage_print

Basic srl ha lanciato sul mercato italiano il sistema innovativo di montaggio Sunballast® che si caratterizza per semplicità di installazione e resistenza.

Si tratta di sistema brevettato e testato in galleria del vento. Basic srl ha la certificazione del proprio sistema di gestione qualità UNI EN ISO 9001:2015 (Certificato n° 50 100 13413), confermato nell’audit svoltosi ad inizio del 2020.

Sunballast® propone una riflessione sulla scelta dell’inclinazione ottimale da dare al modulo fotovoltaico su coperture piane, dando una particolare attenzione al fattore vento.

La normativa di riferimento (DM14/01/2008) ci fornisce una mappatura di base del territorio abbastanza attendibile. Inoltre, le indicazioni di calcolo della normativa si riferiscono agli edifici, e nello specifico non ci sono direttive per il dimensionamento delle strutture fotovoltaiche.

Vista la necessità di rimanere sempre al passo con i tempi e l’innovazione, Basic ha effettuato ulteriori prove in laboratorio del vento sul sistema Sunballast a maggio 2020.

Le prove sono state realizzate su un modulo ancorato a 2 supporti Sunballast messi in galleria del vento, portando la velocità del vento fino al limite del ribaltamento. Questa prova è stata effettuata su tutti i modelli con inclinazioni che vanno da 0° a 35°, con moduli posati sia in verticale che orizzontale.

Sono stati perciò confermati i vantaggi del Sistema Sun Ballast:

  • Maggior fattore di sicurezza di tenuta al ve
  • Costi ridotti di acquisto e posa della struttura;
  • Ottimizzazione degli spazi kW/mq, grazie alla possibilità di evitare più facilmente ombreggiamenti fissi in alcune ore o mesi dell’anno;
  • Impatto ridotto a livello paesaggistico.

Negli ultimi test i sistemi hanno sopportato la velocità media di resistenza e stabilità di 115 km/h. Con l’aggiunta del carter si sono ottenuto risultati sorprendenti, raggiungendo i 136 km/h (medi). Il picco è stato raggiunto con la zavorra a 0° che ha sostenuto una velocità massima di circa 160 km/h.

A parità di potenza e caratteristiche dell’impianto la differenza di resa fra una inclinazione di 5°/10° e un’altra di 30° potrebbe risultare essere al massimo del 3-5%.

Basic offre un servizio di consulenza gratuita in fase di valutazione preventiva, per aiutare i propri clienti e/o i progettisti ad orientarsi verso una scelta ponderata, mettendo a disposizione e a confronto le proprie competenze tecniche in materia.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti