Scrivi

Gas e rinnovabili in crescita nel mondo: le statistiche Eni

E l’Italia resta nella top-ten globale per potenza cumulativa installata nel solare e nell’eolico.

ADV
image_pdfimage_print

Più gas e più fonti rinnovabili nel mondo: l’evoluzione del mix energetico globale continua a muoversi in entrambe le direzioni, come evidenziano le ultime statistiche pubblicate da Eni nel suo World Gas and Renewables Review 2019 (allegato in basso).

Per quanto riguarda il gas, Eni evidenzia che nel 2018 le riserve mondiali di questo combustibile fossile sono leggermente aumentate (+0,6%); la Russia si è confermata al primo posto con il 24% delle riserve complessive tra i vari paesi.

Intanto la produzione di gas ha proseguito la tendenza di crescita iniziata nel 2010 e in accelerazione nell’ultimo biennio: più del 3% nel 2017-2018, quasi il doppio in confronto ai due anni precedenti.

Le produzioni di Stati Uniti e Australia, si legge nella sintesi del rapporto diffusa dal cane a sei zampe, sono cresciute più del 10%, grazie principalmente all’entrata in funzione di nuovi impianti LNG (Liquefied Natural Gas). Così nel 2018 Stati Uniti e Australia sono diventati, rispettivamente, il quarto e il quinto paese esportatore al mondo (il terzo e il secondo se si considerano solo le esportazioni di combustibile liquefatto).

La domanda globale di gas è aumentata significativamente (+4,6%): è stato l’incremento più alto dal 2010, con il segno positivo in tutte le aree geografiche tranne l’Europa che ha registrato un calo (-1,7%), come riassume il grafico seguente, tratto dalle statistiche Eni.

L’area dell’Asia-Pacifico ha guidato la crescita della domanda anche nel 2018 (+6,3%), grazie soprattutto alla Cina, terzo paese consumatore di gas al mondo e, dal 2018, primo importatore.

Passando poi alle energie rinnovabili, il rapporto evidenzia che alla fine del 2018 la capacità cumulativa installata nel solare (fotovoltaico più CSP) e nell’eolico (rispettivamente 486 e 564 GW) rappresentava più del 40% della capacità installata di tutte le fonti rinnovabili e circa il 15% di tutte le fonti energetiche.

Più in dettaglio, le nuove installazioni da fotovoltaico sono cresciute di circa il 25%, raggiungendo il record di 94 GW grazie soprattutto al calo dei costi, mentre la capacità dell’eolico è aumentata di 49 GW.

La Cina si è confermata il paese leader per potenza installata in entrambe le fonti: 360 GW in totale tra solare ed eolico, pari al 34% del dato complessivo mondiale.

L’Italia come si vede nella tabella seguente, alla fine dello scorso anno era al sesto posto della top-ten mondiale dei paesi con la maggiore quantità di fotovoltaico, circa 20.120 MW in totale per la nostra penisola, dietro Cina, Giappone, Stati Uniti, Germania e India.

E per quanto riguarda l’eolico, l’Italia era al decimo posto della classifica globale, con poco più di 10.000 MW cumulativamente installati (vedi la tabella sotto).

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

ADV
×