Gas: la bolletta di ottobre aumenta del 12%

L'aggiornamento mensile di Arera: da novembre 2022 a ottobre 2023 invece c'è stato un calo del 14,4%, con 1.457 euro di spesa gas a famiglia.

ADV
image_pdfimage_print

Nel mese di ottobre la bolletta del gas è aumentata del 12% rispetto a settembre per le famiglie tipo, il cui consumo medio si attesta sui 1.400 metri cubi annui.

In termini di effetti finali, la spesa gas per la famiglia tipo nell’anno scorrevole (novembre 2022 –
ottobre 2023) è di 1.457 euro circa, al lordo delle imposte, e risulta invece in calo del 14,4% rispetto ai 12
mesi equivalenti dell’anno precedente (novembre 2021 – ottobre 2022).

Lo comunica Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, che nel suo report mensile evidenzia come il rincaro per ottobre sia dovuto all’incremento della spesa per la materia gas naturale (+7,9%) e all’aumento della spesa per il trasporto e la gestione del contatore (+4,1%).

Quest’ultimo fattore è legato all’incremento – tipico della stagione invernale – degli oneri di stoccaggio necessari ad assicurare la piena funzionalità degli stoccaggi nel periodo di maggior utilizzo, si spiega, mentre rimangono invece invariati gli oneri generali.

La componente del prezzo del gas a copertura dei costi di approvvigionamento (CMEM,m), applicata ai clienti ancora in tutela, viene aggiornata da Arera come media mensile del prezzo sul mercato all’ingrosso italiano (il PSV day ahead) e pubblicata entro i primi 2 giorni lavorativi del mese successivo a quello di riferimento. A ottobre il prezzo della sola materia prima, il gas, è stato pari a 43,73 €/MWh per i clienti con contratti in condizioni di tutela.

Per il mese appena trascorso il prezzo di riferimento del gas per il cliente tipo è pari a 106,13 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse, così suddiviso:

Spesa per la materia gas naturale

• 51,25 centesimi di euro (pari al 48,3% del totale della bolletta) per l’approvvigionamento del gas naturale e per le attività connesse, con un aumento del 16,1% circa rispetto al mese di settembre 2023.

• 5,32 centesimi di euro (5,0% del totale della bolletta) per la vendita al dettaglio, invariato rispetto al valore del mese scorso.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore

• 26,07 centesimi di euro (24,6% del totale della bolletta) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della distribuzione, qualità, con un aumento del 16,5% circa rispetto a settembre.

Spesa per oneri di sistema

• 1,12 centesimi di euro (1,0% del totale della bolletta) per gli oneri generali di sistema, invariato rispetto al mese scorso.

Imposte

• 22,37 centesimi di euro (21,1% del totale della bolletta) per le imposte che comprendono le accise (14,4%), l’addizionale regionale (1,9%) e l’IVA (4,8%).

Fonte: Arera
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti