Bolletta gas, a maggio solo un lievissimo calo

CATEGORIE:

Riduzione dello 0,2%. Il graduale azzeramento della componente di sconto UG2 ha bilanciato la discesa del costo della materia prima. L'aggiornamento dell'Autorità.

ADV
image_pdfimage_print

È sostanzialmente stabile a maggio la bolletta del gas per i clienti in tutela: l’Arera nel suo aggiornamento mensile parla di un leggero calo (-0,2%) rispetto ad aprile.

Questo minimo calo, si spiega, pur in presenza di un prezzo medio all’ingrosso in riduzione a maggio, tiene conto del graduale azzeramento della componente di sconto UG2 (previsto dal decreto bollette 34/2023), utilizzata nell’ultimo anno a beneficio dei consumatori per compensare i rincari energetici.

Per quanto riguarda la componente del prezzo del gas a copertura dei costi di approvvigionamento (CMEMm), applicata ai clienti ancora in tutela, questa viene aggiornata da Arera come media mensile del prezzo sul mercato all’ingrosso italiano (il PSV day ahead) e pubblicata entro i primi 2 giorni lavorativi del mese successivo a quello di riferimento.

Per il mese di maggio, il prezzo della sola materia prima gas (CMEMm), per i clienti con contratti in condizioni di tutela, è pari a 34,06 €/MWh.

L’aggiornamento complessivo per l’utente tipo, per i consumi del mese di maggio rispetto al mese precedente, è quindi determinato da un calo della spesa per la materia gas naturale (-13,2%), controbilanciato dall’aumento degli oneri generali per la parte legata all’UG2 (+13%).

Invariata la tariffa legata alla spesa per il trasporto e la misura. Si determina così il -0,2% finale per la famiglia tipo con consumi pari a 1.400 metri cubi/anno.

In termini di effetti finali, la spesa gas per la famiglia tipo nell’anno scorrevole (giugno 2022-maggio 2023), quindi, è di 1.514 euro circa, al lordo delle imposte, registrando un -6,7% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (giugno 2021- maggio 2022).

Si ricorda che il decreto bollette, per il II trimestre 2023, ha confermato la riduzione dell’Iva al 5% per il gas e l’azzeramento dei restanti oneri generali di sistema. In considerazione della costante riduzione dei prezzi del gas all’ingrosso, le aliquote negative della componente tariffaria UG2, applicata agli scaglioni di consumo fino a 5.000 metri cubi/anno, invece sono state gradualmente ridotte e con questo aggiornamento azzerate.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti