INDICE n.23 – Ottobre 2022

(38 documenti)

  1. Policy e incentivi
  2. Fonti rinnovabili
  3. Statistiche e dati energetici
  4. Transizione energetica e innovazioni
  5. Mercato elettrico ed energetico
  6. Accumuli e idrogeno
  7. Efficienza energetica ed edilizia
  8. Fonti fossili e nucleare
  9. Clima ed emissioni
  10. Mobilità e veicoli elettrici

ARCHIVIO DOCUMENTI & REPORT


POLICY E INCENTIVI

Documenti della Commissione Ue contro caro energia

Le nuove misure della Commissione europea contro il caro energia presentate il 18 ottobre. Sono state discusse dai capi di Stato e di governo al Consiglio europeo e dai ministri al Consiglio Ue Energia. Tra le misure, un tetto dinamico per contenere i picchi di prezzo sul TTF e le regole per tamponare la crisi di liquidità del settore.

Intesa Parlamento-Consiglio Ue su messa al bando veicoli endotermici al 2035

Raggiunto l’accordo politico sulla proposta della Commissione: Dal 2035 tutte le nuove auto e i nuovi furgoni immessi sul mercato in Europa dovranno essere a emissioni zero. Il testo pronto per essere adottato formalmente.

State of the Energy Union 2022

Relazione annuale della Commissione europea sullo Stato dell’Unione dell’Energia in cui si rileva anche la crescita delle rinnovabili nel mix energetico comunitario. Anche una scheda sull’Italia (vedi pdf) in cui si evidenzia che l’aumento dei prezzi all’ingrosso di elettricità e gas nel 2022 nel nostro Paese è stato superiore alla media comunitaria.

La posizione del Consiglio Ue su REPowerEU

Aggiungere un nuovo capitolo energetico ai Pnrr nazionali e cambiare l’origine dei fondi Ue che andranno a finanziare le misure: questi i due interventi principali del 4 ottobre su REPowerEU tracciati dal Consiglio Economia e Finanza Ue.

Torna all’indice

FONTI RINNOVABILI

Low Emissions Scenario 2022

Il fotovoltaico sarà tra i principali vincitori della transizione energetica europea con 45-52 GW di nuova potenza installata ogni anno nei Paesi Ue fino al 2030, nello scenario a basse emissioni di CO2 elaborato dal colosso norvegese delle rinnovabili Statkraft.

Trends in Photovoltaic Applications 2022

Le tendenze e gli sviluppi dei mercati fotovoltaici e dei prodotti della filiera. Nel report della IEA Photovoltaic Power Systems Programme si prevede una stabilizzazione dei prezzi del polisilicio entro la fine del 2023 che dovrebbe incidere sui prodotti a valle della filiera.

Off-Grid Solar Market Trends Report 2022: State of the Sector

Grazie ai piccoli impianti a energia solare offgrid, circa 490 milioni di persone, che vivevano in aree dove la rete era assente o inaffidabile, oggi hanno disponibilità di elettricità. Secondo la Banca Mondiale il 42% delle famiglie africane che accederanno all’uso di elettricità entro il 2030, lo farà proprio grazie a questi impianti.

More renewables, less inflation. Restoring Eu economic stability through investment in renewables

La crescita della produzione elettrica da rinnovabili in Europa sta aiutando a risparmiare sui costi del gas, ma ancora non basta. Le ultime stime di E3G ed Ember.

North American Nat Cat Update

Una ricerca di una compagnia assicurativa rivela che il mercato delle Fer negli Stati Uniti ha appena vissuto la sua peggiore estate mai registrata per sinistri causati da catastrofi naturali, con fortissimi danni economici soprattutto a impianti fotovoltaici.

Solar, Biodiversity, Land use

Le linee guida per realizzare progetti fotovoltaici sostenibili dal punto di vista ambientale, puntando non solo a massimizzare la resa energetica, ma anche a ottenere benefici ecologici, come preservare habitat naturali, rigenerare terreni incolti/abbandonati, integrare la produzione di energia con attività agricole e/o di allevamento.

SeaTwirl’s wind farm layouts analysis

Le turbine eoliche offshore ad asse verticale possono essere installate a distanze ravvicinate tra loro, in modo da produrre più energia occupando meno spazio, rispetto alle configurazioni standard delle pale eoliche ad asse orizzontale. I risultati delle simulazioni realizzate per conto della società svedese SeaTwirl.

Torna all’indice

STATISTICHE E DATI ENERGETICI

Rapporto mensile Terna – settembre 2022

Record negativo delle rinnovabili a fine settembre 2022: 79,6 TWh generati, 11 in meno sul 2021. Nonostante fotovoltaico ed eolico aumentino il loro contributo di 3,2 TWh, nel complesso le rinnovabili coprono al momento solo il 33% della domanda elettrica nazionale che registra un incremento dell’1,3%.

Torna all’indice

TRANSIZIONE ENERGETICA E INNOVAZIONI

Tracking Clean Energy Progress

Solo due tecnologie energetiche su 55 sono in linea con l’evoluzione che sarebbe necessaria per raggiungere la neutralità del carbonio, il cosiddetto “net zero”, entro il 2050. Il documento dell’Agenzia internazionale dell’energia (Iea).

Energy Transition Outlook 2022

La maggiore attenzione alla sicurezza energetica e l’aumento dei prezzi esasperano il divario tra l’Europa e il resto del mondo in termini di decarbonizzazione. Si va verso un surriscaldamento di 2,2 °C entro fine  secolo. Solo un rapido aumento delle rinnovabili e la crescita dell’elettrificazione potranno controbilanciare gli shock a breve termine nell’ambito delle fossili. Report di DNV.

Techno-Economic Analysis of Port Renewable Energy Communities

L’opportunità di inserire nuova produzione di elettricità da fotovoltaico all’interno di una Comunità energetica rinnovabile (CER) portuale è stata indagata da uno studio italiano.

Power-2-Heat – Erdgaseinsparung und Klimaschutz in der Industrie

Analisi sulle potenzialità economiche e climatiche della conversione dell’energia elettrica in calore, il cosiddetto “power-to-heat”, che potrebbe contribuire alla riduzione delle importazioni di combustibili fossili nei paesi più industrializzati d’Europa.

Torna all’indice

MERCATO ELETTRICO ED ENERGETICO

Iea World Energy Outlook 2022

Le prospettive energetiche mondiali secondo la Iea: la crisi energetica sta provocando cambiamenti profondi e duraturi, che potrebbero anche accelerare la transizione verso un sistema energetico più sostenibile e sicuro. Politiche climatiche e impegni per l’azzeramento delle emissioni non hanno contribuito a ridurre il caro-bollette. Si potrebbe raggiungere nel 2025 un punto massimo per le emissioni globali.

Demand-side flexibility: quantification of benefits in the EU

Lo studio mostra in che modo famiglie e aziende potrebbero risparmiare e, al tempo stesso, ridurre la pressione sulla rete elettrica se venissero incoraggiate a investire in tecnologie per migliorare la flessibilità della domanda.

Annual Report on the Results of Monitoring the Internal Electricity and Natural Gas Markets in 2021

Perché le prossime misure europee contro il caro bollette, secondo Acer, dovranno essere più focalizzate sui consumatori più vulnerabili e che hanno realmente bisogno di supporto, anziché essere rivolte in modo generico a tutte le categorie di utenti.

Newsletter mensile Gme – settembre 2022

Dopo tre mesi di continui rialzi, a settembre il Pun è sceso a 429,92 €/MWh, mentre le fonti rinnovabili hanno confermato le difficoltà dei mesi precedenti (scarso apporto idroelettrico) e si è registrato un incremento della generazione a carbone.

Global Electricity Mid-Year Insights 2022

Secondo Ember le fonti rinnovabili hanno più che coperto la crescita della domanda elettrica mondiale nella prima metà del 2022, anche se la ripresa di gas e carbone a luglio-agosto rischia di far chiudere questo anno con un nuovo aumento delle emissioni di CO2.

Torna all’indice

ACCUMULI E IDROGENO

L’illusione dell’idrogeno verde

Perché secondo ReCommon la futura filiera per produrre e distribuire idrogeno verde rischia di essere poco efficiente e poco sostenibile dal punto di vista ambientale.

Clean Hydrogen’s Place in the Energy Transition

Un report di Carbon Tracker sul ruolo dell’idrogeno verde nella transizione energetica: molti i nuovi investimenti grazie al calo dei costi, mentre l’idrogeno da combustibili fossili è diventato antieconomico per l’impennata dei prezzi del gas. Asset che potrebbe rendere incagliati 100 mld $ già entro il 2030, soprattutto in Europa e Asia.

Torna all’indice

EFFICIENZA ENERGETICA ED EDILIZIA

Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni

Secondo i dati Ance il Superbonus spinge il mercato italiano delle costruzioni. Previsione di investimenti complessivi nel 2022, per il settore della riqualificazione del patrimonio abitativo: 70,3 mld €, +22% rispetto al 2021. Per il 2023 attesa una flessione del 24% delle manutenzioni straordinarie, soprattutto a causa della scadenza, a fine 2022, degli incentivi fiscali del 110% per la riqualificazione degli edifici unifamiliari.

Costs and benefits of the green transition envisaged in the Italian NRRP. An evaluation using the Social Cost of Carbon

Costa troppo ed è poco efficace nel ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2: questo il giudizio sul Superbonus (per come è formulato attualmente) espresso dalla Banca d’Italia, nella sua analisi economica che considera e si focalizza sul costo sociale del carbonio.

Agevolazioni fiscali in edilizia: la guida aggiornata

Funzionamento del bonus 50%, interventi agevolati, novità su sconto in fattura e cessione del credito: tutto nel nuovo vademecum pubblicato dall’Agenzia delle entrate, aggiornato a ottobre 2022.

I dati sul Superbonus 110% al 30 settembre 2022

Balzo in avanti per il contatore degli investimenti ammessi a detrazione per il Superbonus 110%: dal 31 agosto al 30 settembre 2022 è salito di oltre 8 miliardi di euro, passando a 51,2 mld €.

Torna all’indice

FONTI FOSSILI E NUCLEARE

Still flying blind. The absence of climate risk in financial reporting

Rapporto annuale di Carbon Tracker sul grado di rendicontazione dei rischi climatici da parte delle aziende nei propri bilanci e dei revisori dei conti nelle loro verifiche. Il 98% dei bilanci dei grandi emettitori non riconosce a sufficienza i rischi climatici, in base alla reportistica di un campione di aziende che genera l’80% delle emissioni industriali di gas serra di tutte le imprese.

Europe’s Infrastructure and Supply Crisis

Analisi di Oies delle infrastrutture e della crisi di offerta relative al gas metano in Europa in cui si evidenzia che i paesi più vulnerabili sono Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria e Ungheria e che è più probabile che eventuali razionamenti dei consumi di gas avvengano nell’inverno 2023-24.

The World Nuclear Industry Status Report

Documento annuale che fa il punto sulla situazione del nucleare nel mondo a cura di un gruppo internazionale di esperti indipendenti. Il nucleare oggi fornisce meno del 10% dell’elettricità mondiale con 411 reattori per circa 370 GW.

Iea Gas Market Report, Q4-2022

Rapporto trimestrale sul mercato del gas: la riduzione dei flussi di gas metano verso l’Europa ha spinto i prezzi internazionali a nuovi massimi, stravolgendo i flussi commerciali e causando una grave carenza di combustibile in alcune economie emergenti e in via di sviluppo. Anche un’analisi di resilienza energetica dell’Ue.

Torna all’indice

CLIMA ED EMISSIONI

Unep Emissions Gap Report 2022 – The Closing Window

L’Unep per l’ennesima volta lancia un grido di allarme sulla crisi climatica: nonostante la decisione nella COP26 del 2021 di rafforzare i contributi determinati a livello nazionale (NDC) e fornire alcuni aggiornamenti, i progressi sono ancora fortemente inadeguati.

Lancet Countdown on health and climate change

La continua dipendenza dai combustibili fossili è una minaccia sempre più grave per la salute della popolazione umana: fa crescere le emissioni, che peggiorano il cambiamento climatico e causano un notevole incremento di morti premature dovute a eventi estremi, come le ondate di caldo.

Torna all’indice

MOBILITÀ E VEICOLI ELETTRICI

From boom to brake: is the e-mobility transition stalling?

Le case automobilistiche europee devono fronteggiare una concorrenza sempre più forte da parte della Cina, con il rischio di perdere quote crescenti di mercato nel giro di pochi anni. Nel 2025 i produttori cinesi potrebbero coprire fino al 18% della domanda totale Ue di veicoli elettrici, secondo le proiezioni di Transport & Environment.

Greenhouse gas intensities of transport fuels in the EU in 2020

Il rapporto raccoglie le informazioni relative all’intensità media dei gas serra dei carburanti commercializzati nel 2020 nell’Unione europea, per il trasporto su strada e per i veicoli non stradali. Documento elaborato sulla base dei dati forniti direttamente dagli Stati membri.

Energia nel settore dei trasporti 2005-2021

Il Rapporto statistico del Gse mostra componenti e dinamiche dei consumi energetici nei trasporti in Italia al 2021, con un approfondimento sulla transizione energetica del settore e sui target al 2020 e 2030. Ma oggi oltre il 90% è ancora legato ai prodotti petroliferi.

Techno-economic uptake potential of zeroemission trucks in Europe

Studio sui trasporti stradali dei mezzi pesanti condotto dalla società di ricerca indipendente olandese TNO e commissionato da Transport & Environment (T&E) e Agora Verkehrswende. Entro il 2035, tutti i nuovi camion elettrici per il trasporto merci, anche a lungo raggio, saranno più economici di quelli diesel, a parità di distanza percorsa e quantità trasportate.

A drop of e-fuel in an ocean of oil

Il documento di Transport & Environment spiega perché non è fattibile né conveniente decarbonizzare su vasta scala le automobili usando carburanti sintetici (e-fuel), derivati da idrogeno: hanno un potenziale produttivo basso, costi elevati e scarsa efficienza.

Torna all’indice

ARCHIVIO DOCUMENTI & REPORT