Arera, l’ok per il nuovo collegio anche dalla Camera. Possibile rinvio per i vertici GSE?

Approvata dalle Commissioni Ambiente e Attività Produttive della Camera la proposta di nomina per il nuovo collegio di Arera. Secondo il sottosegretario Crippa l'Autorità ora è nel pieno delle sue funzioni e confida nella massima collaborazione con il MiSE. Invece ancora irrisolta è la questione dei vertici GSE.

ADV
image_pdfimage_print

Approvata dalle Commissioni Ambiente e Attività Produttive della Camera dei Deputati la proposte di nomina del Governo per il nuovo collegio di Arera che, come sappiamo, sarà composto da: Stefano Besseghini nel ruolo di presidente, Gianni Castelli, Andrea Guerrini, Clara Poletti e Stefano Saglia commissari del regolatore.

Quindi dopo l’ok delle commissioni Ambiente e Attività Produttive del Senato, arriva quello delle Commissioni della Camera.

Nei giorni scorsi avevamo pubblicato una presentazione dei componenti del nuovo del collegio dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

“Finalmente abbiamo un’Autorità nel pieno delle sue funzioni dopo il lungo periodo di proroga. Il mio auspicio è che vi sia una stretta collaborazione con il MiSE per garantire  la più ampia tutela dei consumatori e un’efficace definizione del processo di decarbonizzazione dell’intera economia italiana, obiettivo tra i principali della nostra azione politica”, ha detto Davide Crippa, sottosegretario del Ministero dello sviluppo economico.

Non si chiude invece la vicenda del rinnovo del GSE. Uno dei candidati più forti al ruolo di amministratore delegato, Luca Dal Fabbro, ha appena rinunciato per una sorta di “conflitto di interessi” difficile da dirimere ormai a soli due giorni dall’assemblea GSE.

Non è escluso un ulteriore rinvio della nomina a settembre.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti