La direttiva 2009/28 CE  assegna all’Italia due obiettivi vincolanti in termini di rinnovabili da raggiungere entro il 2020: 17% sui consumi finali lordi (CFL) e 10% sui trasporti.

Un nuovo documento del GSE delinea, con i dati registrati al 2016, i principali risultati ottenuti dal nostro Paese in questo percorso, con approfondimenti a livello regionale e confronti con gli altri Paesi dell’Europa (UE28).

Il target complessivo sui CFL è stato già superato dall’Italia (vedi tabella); mentre per l’obiettivo sui trasporti, l’Italia, sempre secondo i dati 2016, ha di poco superato il 7%.

Inoltre, dallo studio del GSE – “Fonti rinnovabili in Italia e in Europa: verso gli obiettivi al 2020l’Italia risulta terza nell’Unione europea per consumi di energia da fonti rinnovabili con 21,1 Mtep. Complessivamente in Europa i consumi di rinnovabili ammontano a 195 Mtep, un dato che evidenzia un raddoppio dei CFL da rinnovabili nel nostro Paese, rispetto ai 10,7 Mtep del 2005.

 In termini percentuali, quindi l’Italia rappresenta circa l’11% dei consumi da fonti rinnovabili in Europa.

Sempre tra 2005 e 2016 – si legge nel rapporto – in Italia i consumi finali lordi di energia si sono ridotti da 141 a 121 Mtep.

Per maggiori dettagli rimandiamo al documento completo allegato in basso.