Il 21 maggio 2017, il 58% dei votanti svizzeri hanno detto “sì” nel referendum sulla “Legge sull’energia” che definisce il primo di due blocchi di riforme per attuare la  “Strategia energetica 2050” del governo e del Parlamento.

I suoi obiettivi sono: la transizione alle energie rinnovabili, l’abbandono graduale dell’energia atomica e dei combustibili fossili, la diminuzione delle importazioni di energia (attualmente il 75% di quella usata) e una forte riduzione dell’uso di energia pro capite.

Quest’ultimo è il target più ambizioso, perché mira a riportare entro il 2050 l’uso pro capite di energia al livello degli anni ’60 del secolo scorso, senza però diminuire la prosperità materiale.

Luca Mercalli ha dedicato a questo evento una delle sue “Pillole” pubblicate nella pagina facebook di Rai News, definendo la scelta svizzera come “un modello di sobrietà energetica” a cui ispirarsi, la riportiamo di seguito.