La Giunta regionale della Valle D’Aosta ha approvato il secondo avviso pubblico finalizzato alla concessione di mutui per la realizzazione di interventi di trasformazione edilizia e impiantistica nel settore dell’edilizia residenziale, secondo quanto previsto dalla deliberazione n. 1880 in data 18 dicembre 2015, per un importo di 1 milione di euro.

L’avviso potrà inoltre utilizzare le disponibilità residue derivanti dall’applicazione del primo avviso pubblico di cui alla deliberazione di Giunta n. 489 in data 15 aprile 2016, successivamente rifinanziato.

Anche questo secondo avviso è destinato ai soggetti privati ed agli edifici condominiali. Le modifiche apportate tengono conto dell´esperienza maturata attraverso le istruttorie sulle pratiche di mutuo ad oggi presentate.

Gli interventi ammissibili a finanziamento riguardano sia l’involucro edilizio sia gli impianti a servizio della climatizzazione invernale ed estiva, della ventilazione e della produzione di acqua calda.

Particolare attenzione viene posta alla finanziabilità degli interventi in presenza di impianti termici alimentati con combustibili fossili e ai requisiti degli apparecchi alimentati a biomassa.

I mutui potranno essere concessi nella misura massima del 100% della spesa ammissibile, a fronte di una spesa massima ammissibile di 400 mila euro. Il tasso di interesse annuo applicato sarà fisso e pari all´1%. Le domande di mutuo potranno essere presentate agli uffici dell’Assessorato a decorrere dal 12 aprile prossimo e sino al 15 dicembre 2017.

A breve saranno resi disponibili sul sito istituzionale della regione, nella sezione energia, il testo integrale, le schede riepilogative dell´avviso e la modulistica per la presentazione delle domande di mutuo.

Ricordiamo che, dopo un approfondimento con gli uffici dell’Amministrazione finanziaria, la Regione Valle D’Aosta ha comunicato che c’è compatibilità tra mutui agevolati e detrazione fiscale (si veda anche, QualEnergia.it “Efficienza in edilizia, i mutui agevolati in Valle D’Aosta sono compatibili con le detrazioni fiscali“).