Fotovoltaico, la Cina è il primo mercato e Yingli il primo fornitore

Il più grande mercato mondiale per il FV nel 2013 è stata la Cina, seguita da Giappone, Usa e Germania. Con circa 3 GW di moduli venduti nei primi tre trimestri (l'8,3% nel mondo), Yingli si conferma l'azienda leader. Con 20 GW installati solo negli ultimi due trimestri, il 2013 è stato un buon anno per l'industria del FV. Per IHS ottime le previsioni anche per il 2014.

ADV
image_pdfimage_print

Il più grande mercato mondiale per il fotovoltaico nel 2013 è stata la Cina, che ha primeggiato seguita da Giappone, Usa e Germania. E cinese è anche il più grande produttore di moduli, Yingli Green Energy, che riconferma il primato del 2012.

I quattro mercati principali hanno pesato per due terzi della domanda mondiale e Yingli è andata molto bene in tre di questi, vendendo più di 3 GW di moduli e portando la sua quota di mercato all’8,3% rispetto al 7,4% dell’anno scorso. Lo dicono i dati diffusi da IHS nel suo “IHS Solar PV Integrated Market Tracker – Q4 2013”. L’azienda cinese ha primeggiato sia in casa che in Germania, ed è stata il secondo produttore nel mercato Usa, mentre in Giappone si è fermata al nono posto.

Il mercato cinese ha accolto 625,3 MW di moduli Yingli e vede aziende della Cina anche sugli altri scalini del podio: al secondo posto Trina Solar e al terzo Jinko Solar. Anche in Germania i cinesi nel 2013 sono andati per la maggiore, nonostante il freno dell’indagine anti-dumping, come sappiamo conclusasi poi con un accordo: tra le 10 aziende che hanno venduto più moduli ben cinque sono cinesi, mentre solo due – SolarWorld e Conergy – sono tedesche.

Sul mercato Usa, cresciuto del 50% nel corso del 2013, il primato è andato a First Solar, azienda nazionale basata in Arizona, che ha installato 70 MW in più rispetto ai 479,8 di Yingli, come già anticipato seconda su quella piazza. Dove il colosso cinese ha avuto difficoltà a penetrare è il Giappone, secondo mercato mondiale, particolarmente ostico per gli stranieri e nel quale invece hanno dominato produttori nazionali come Sharp e Kyocera e Solar Frontiers. Nel grafico i primi tre maggiori fornitori di moduli FV nei 4 principali mercati – dati dei primi tre trimestri 2013).

Il 2013 comunque è stato un anno positivo per l’industria del settore. Spinto dalla domanda asiatica, il terzo trimestre ha registrato 9,2 GW di installazioni e nel quarto si è saliti a 10,6 GW. Anche il 2014 andrà bene: le previsioni, infatti, vanno dai 45 GW stimati da IHS ai 49 GW che si installeranno secondo NPD Solarbuzz, mentre per Deutsche Bank la domanda 2013 si attesterà sui 46 GW. In ogni caso un aumento che va dal 26 al 30% rispetto ai 36 GW installati nel 2013.

“La situazione relativamente sana che le aziende del settore hanno iniziato a vivere nella seconda metà del 2013 persisterà anche nel 2014 – commenta Stefan De Haan, analista di IHS – tuttavia IHS non si aspetta in questo momento ulteriori miglioramenti a livello di profitti e di margini rispetto a quanto le aziende hanno conseguito nei primi due trimestri dell’anno scorso”.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti