«Se dieci anni fa qualcuno mi avesse detto che il sistema elettrico italiano avrebbe incluso nel prossimo futuro enormi quantità di rinnovabili intermittenti e sistemi di accumulo per renderle programmabili e stabilizzare la rete, avrei pensato che fosse matto. Ora non solo credo che questo sia inevitabile, ma anche che questi temi siano un campo […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.