Se la crisi appena iniziata – la cui durata e intensità sono tutt’ora ignote – non risparmierà certo le rinnovabili, c’è almeno una notizia positiva per l’energia pulita: con il crollo del prezzo del barile, spinto sotto ai 25 dollari dall’emergenza in atto, i  rendimenti finanziari per investimenti in eolico e fotovoltaico di grande taglia […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i vantaggi dell’abbonamento annuale e provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.