Scrivi

UK, gli accumuli elettrochimici dominano il primo bando per i servizi di rete

PRO

National Grid ha messo a gara 200 MW di capacità per la regolazione rapida di frequenza: hanno vinto diversi progetti di accumulo elettrochimico, che potranno così contribuire a bilanciare domanda e offerta di energia e ridurre la variabilità produttiva delle fonti rinnovabili.

ADV
image_pdfimage_print

La Gran Bretagna vuole affidarsi all’energy storage per rendere il suo sistema elettrico più efficiente, “pulito” e veloce nel rispondere alle variazioni di domanda e offerta. Proprio in questi giorni, infatti, l’operatore di rete britannico, National Grid, ha pubblicato i risultati del primo bando dedicato interamente ai servizi di regolazione rapida di frequenza (EFR, Enhanced […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
Potrebbero interessarti
ADV
×