Tra burocrazia e semplificazioni, luci e ombre per le rinnovabili

  • 22 Giugno 2017

PRO
CATEGORIE:

Burocrazia opprimente, tempi troppo lunghi per le autorizzazioni, conflitti di attribuzione: in Italia le procedure per valutare gli impatti ambientali e paesaggistici degli impianti a fonti rinnovabili sono sempre state complesse e costose per gli operatori. Ora si cerca di snellire il settore. Come e con quali limiti?

ADV
image_pdfimage_print

Con il decreto legislativo che modifica le procedure per la Valutazione di Impatto Ambientale e il provvedimento per le autorizzazioni paesaggistiche semplificate, l’Italia proverà a superare alcuni degli ostacoli che frenano la realizzazione di nuovi progetti rinnovabili. Dopo aver approfondito le potenzialità dei rifacimenti eolici (intervista ad Alessandro Marangoni) vediamo più in generale quali sono […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti