Dalla tariffa fissa alle aste, ecco un ostacolo alla transizione energetica

PRO

Un'analisi di Hans-Josef Fell, ispiratore della feed-in tariff, spiega perché il passaggio dalla tariffa fissa alle aste comporta numerosi svantaggi per il pieno sviluppo delle rinnovabili. Quali attori vengono esclusi? Perché non consentirà di accelerare la riduzione dei costi delle tecnologie? E, in definitiva, a chi giova questa trasformazione dei meccanismi incentivanti?

ADV
image_pdfimage_print

Stiamo decantando da almeno un paio di anni i risultati record delle aste pubbliche per le fonti rinnovabili: prezzi dell’energia sempre più bassi da mega impianti fotovoltaici ed eolici in diverse parti del mondo. Ma siamo certi che con la soluzione “aste” ci sarà un diffuso sviluppo delle energie pulite o, piuttosto, assisteremo ad una […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti