Entro il 2050 le Alpi dovranno diventare energeticamente autosufficienti. Come procedere, cosa significa la conversione energetica per la società e l’economia e quali ostacoli si possono incontrare su questa strada, sono le domande al centro del convegno annuale della CIPRA (Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi) “Rendiamo le Alpi energeticamente indipendenti!”, che si terrà a Bovec/SI dal 15 al 17 settembre.


Diverse regioni alpine vogliono rendersi indipendenti dalle importazioni energetiche, utilizzare l’energia con efficienza e soddisfare il fabbisogno energetico con fonti rinnovabili locali. Questa visione non si limita alla produzione di energia, ma richiede anche un riposizionamento nella pianificazione territoriale e nei trasporti. La mobilità del futuro sarà quindi uno dei temi del convegno, così come le chance per l’economia derivanti dalla conversione energetica.


Verrà sollevata anche la domanda se la costruzione di nuovi impianti idroelettrici ed eolici è compatibile con la protezione della natura e se la protezione del clima può essere perseguita a qualunque costo.


Interverranno tra gli altri Peter Hennicke, ex presidente del Wuppertal Institut per il clima, l’ambiente e l’energia, e Lu¢ka Kajfež Bogataj, insignita del Nobel per la pace nel 2007. Oltre alle relazioni, ad una tavola rotonda e alle escursioni, il programma comprende diversi workshop, nei quali si approfondirà in particolare se e come la società verrà trasformata dalla conversione energetica.


Tutte le informazioni sul sito CIPRA.