Si può usare il bonus facciate anche per lavori su un lato di un edificio visibile da una strada che non è classificata come pubblica.

Questo, in sintesi, il parere dell’Agenzia delle entrate in una recente risposta (link in basso).

Nel caso specifico, si chiedeva la possibilità di utilizzare la detrazione fiscale del 90% per la manutenzione straordinaria dell’involucro esterno di una palazzina, situata dentro un complesso residenziale, il cui lato sud si affaccia su una strada che è parte integrante del complesso residenziale ma che allo stesso tempo non è chiusa-privata.

In sostanza, è una via privata ma ad uso pubblico.

L’Agenzia delle entrate cita una nota del ministero per i Beni culturali (corsivo originale, neretti nostri), dove si condivide l’interpretazione “secondo la quale una strada vicinale sia assimilabile ad una strada comunale, qualora ad uso pubblico, in quanto, come nel caso specifico, destinata al passaggio collettivo. Si ritiene pertanto che, nel caso in questione, costituendo l’edificio un organismo edilizio prospiciente strade destinate ad uso pubblico, i lavori finalizzati al recupero dell’involucro esterno possono essere ammessi […] al bonus facciate”.

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO

Si veda anche: Tutto sul Superbonus 110%, la raccolta di QualEnergia.it