Scrivi

In South Australia eolico e fotovoltaico al 100% della domanda per una settimana

L’energia dal vento ha soddisfatto oltre il 64% dei consumi di quasi 2 milioni di abitanti; il resto è venuto dal solare, soprattutto da impianti su tetto, con il sistema mantenuto in equilibrio grazie ai sistemi di accumulo.

ADV
image_pdfimage_print

È probabilmente il record del contributo di eolico e fotovoltaico a un sistema elettrico di grandi dimensioni quello registrato nell’ultima settimana del 2021 in South Australia, Stato australiano con una popolazione di circa 1,8 milioni di abitanti.

Nei sei giorni e mezzo precedenti il 29 dicembre sole e vento hanno fornito in media ogni giorno poco più del 100% della domanda elettrica.

La quota di rinnovabili dello Stato in quei giorni estivi (dato che parliamo dell’emisfero australe) è stata in media al 101% dei consumi per 156 ore consecutive.

Per sei giorni e mezzo, l’eolico ha fornito in media il 64,4% della domanda, il fotovoltaico su tettoin media il 29,5% e il FV utility scale in media il 6,2%, come si vede dal grafico qui sotto, preso dal sito che raccoglie dati sul mercato elettrico australiano NEMlog e citato dalla testata di settore australiana Renew Economy.


Se non fosse per il curtailment, cioè le riduzioni semi-programmate per l’equilibrio della rete (l’8,2% della produzione in media nel periodo), solare ed eolico avrebbero fornito ancora più elettricità.

Come si vede dal grafico sopra, il contributo del gas è stato invece marginale con in media 114 MW di potenza operativa, in un range da un minimo 43 MW a 405 MW.

In questo Stato dalle grandi risorse eoliche e solari, non è raro che le rinnovabili non programmabili oltrepassino il 100% della domanda (in una domenica di dicembre 2019 arrivarono al 142,3%).

L’operatore di rete del South Australia ha però ridotto nettamente il bisogno del contributo di bilanciamento e baseload dal gas, grazie a importanti investimenti in sistemi di accumulo, che come avevamo già  riportato sembrano essere una scelta vincente rispetto ai peaker a gas.

ADV
×