Scrivi

Installato fotovoltaico, nel 2023 in Italia oltre 5,2 GW di nuova potenza

Solo nel 2011 si installò più FV, ma nei prossimi anni dobbiamo superare gli 8 GW/anno. Per l'eolico nel 2023 aggiunti circa 488 MW.

ADV
image_pdfimage_print

Nel 2023 in Italia sono entrati in esercizio impianti fotovoltaici per 5.234 MW di nuova potenza e circa 488 MW di nuovo eolico.

Questi i due dati più importanti tra quelli, aggiornati al 31 dicembre 2023, pubblicati da Terna ieri e che abbiamo elaborato in alcuni grafici qui sotto (domani pubblicheremo la solita analisi più dettagliata).

Come mostra il grafico sotto, per il solare quello da poco concluso è stato l’anno con più installazioni dopo il 2011, che però come sappiamo fu “drogato” dalle scadenze temporali del Conto Energia.

Siamo comunque ancora nettamente sotto gli oltre 8 GW/anno che dovremo connettere nei prossimi anni per centrare l’obiettivo 2030.

Grazie a circa 374mila sistemi connessi l’anno scorso, la potenza cumulativa FV a fine 2023 è arrivata a 30,282 GW distribuiti su circa 1,6 milioni di impianti: secondo la nuova versione del Piano nazionale energia e clima dobbiamo arrivare ad almeno 79 GW al 2030.

Sempre stando ai dati di Terna, i 5.234 MW di nuovo FV del 2023 sono in buona parte riconducibili alle piccole taglie, incentivate dal Superbonus e dalle altre detrazioni fiscali: 2.258 MW sono impianti sotto ai 20 kW, mentre 1.818 MW sono tra 20 kW e 1 MW e 1.157 MW sono sopra il MW.

La Lombardia, con 907 MW di nuova potenza, è la regione in cui il FV è cresciuto di più nel 2023, seguono Veneto (680 MW), Piemonte (562 MW), Emilia-Romagna (515 MW), Sicilia (422 MW) e Lazio (321 MW).

Per l’eolico invece, come si vede, l’anno da poco concluso è andato peggio del 2022, con circa 488 MW installati nel 2023 contro 526 aggiunti nel 2022. Oggi siamo a circa 12,3 GW di potenza eolica cumulativa; dobbiamo arrivare a oltre 28 GW nel 2023, secondo il Pniec.

Quanto alla quota di Fer sulla domanda elettrica, nel 2023 è stata del 36,8%, da confrontarsi con il target del 65% da raggiungere entro fine decennio:

ADV
×