Scrivi

Fotovoltaico, l’offerta Ikea nel mirino dei consumatori

Alcuni aspetti dell’offerta del kit fotovoltaico in Germania sono poco chiari secondo l’associazione Verbraucherzentrale NRW: vediamo perché e a quali elementi prestare attenzione anche in Italia.

ADV
image_pdfimage_print

Il kit solare venduto da Ikea in Germania è finito nel mirino di un’associazione tedesca dei consumatori, Verbraucherzentrale NRW: in sostanza, l’associazione critica il fatto che il colosso svedese dell’arredamento abbia organizzato una campagna promozionale poco trasparente, perché non avrebbe chiarito in modo sufficiente il ruolo di Ikea e quello del suo partner, Solarcentury Microgen.

Difatti, i potenziali acquirenti del sistema fotovoltaico domestico Solstråle potrebbero essere indotti a pensare che sarà Ikea il loro unico interlocutore in caso di dubbi, domande e futuri eventuali problemi, ad esempio per quanto riguarda l’applicazione delle garanzie, invece non è così.

In altre parole: nelle pubblicità e nei documenti da firmare per i contratti d’acquisto, non è abbastanza chiaro che la compagnia da contattare in caso di necessità sarà sempre Solarcentury, il partner-installatore, mentre Ikea funge solo da “piattaforma” per lanciare il prodotto a livello di marketing.

Intanto Ikea ha già modificato le informazioni sulla sua pagina online, specificando che Solarcentury è il partner contrattuale per l’offerta relativa al fotovoltaico.

Tra l’altro, secondo Verbraucherzentrale NRW ci sono altre condizioni inserite nei contratti da siglare con Solarcentury che l’associazione definisce “inammissibili”.

Ricordiamo che Ikea ha iniziato a vendere kit solari Solstråle con o senza batterie per l’accumulo anche in Italia dallo scorso febbraio (vedi qui i dettagli dell’offerta sul nostro mercato); le caratteristiche dell’operazione sono analoghe a quelle in Germania, perché l’azienda svedese si avvale anche da noi di un partner tecnico, Wöllmann, quindi è bene prestare attenzione a tutti termini e le condizioni previste nei contratti, in modo da non avere sorprese su chi dovrà eventualmente rispondere alle richieste dei clienti in caso di necessità e assistenza post vendita.

ADV
×