Carburanti, i prezzi medi di agosto in Italia e le differenze con gli altri paesi Ue

Resta molto consistente il peso delle imposte sul costo finale di benzina e gasolio. Il punto della situazione con l’aiuto di dati e grafici del ministero dello Sviluppo economico.

ADV
image_pdfimage_print

Quanto costano i carburanti in Italia? Il prezzo è aumentato molto rispetto allo scorso anno?

Facciamo il punto estivo della situazione, partendo dagli ultimi dati diffusi dal ministero dello Sviluppo economico, riferiti al 20 agosto. Il grafico sotto evidenzia la composizione del prezzo medio nazionale per benzina, diesel, GPL e gasolio da riscaldamento.

Per benzina e diesel, rispettivamente, il prezzo medio al consumo rilevato dal MiSE è pari a 1,628 euro al litro e 1,505 €/litro con un peso sempre molto consistente delle imposte, che in totale, tra l’Iva al 22% e le varie accise, valgono ben più della metà del valore finale “alla pompa”.

Al netto delle imposte, infatti, benzina e gasolio costano poco più di 60 centesimi al litro, sempre con riferimento alle rilevazioni ufficiali del 20 agosto.

Con i prossimi due grafici, tratti da una recente presentazione del MiSE sui prezzi dei carburanti, vediamo invece quanto è costato in media fare il pieno di benzina/gasolio nel 2017 nei diversi paesi europei.

Per l’Italia i valori erano, rispettivamente, nell’ordine di 1,5 €/litro e 1,4 €/litro con una componente fiscale tra le più elevate in Europa.

Con l’ultimo grafico, tratto ancora dalla presentazione del MiSE sui dati del 2017, infine, osserviamo gli stacchi medi annuali dell’Italia vs gli altri paesi europei per quanto riguarda i prezzi al consumo dei carburanti per autotrazione.

Per lo scorso anno, quindi, parliamo di circa 12-13 centesimi di euro in più per un litro di benzina e di circa 17 centesimi di euro in più per un litro di gasolio.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti