Agrivoltaico, entrano in esercizio i 9,7 MW di Renantis a Scicli

CATEGORIE:

Il Gruppo stima una produzione annua dell'impianto di circa 20 GWh. Renantis ha organizzato numerose attività sul territorio, con programmi per le scuole, borse di studio, formazione e partnership con gli agricoltori della zona.

ADV
image_pdfimage_print

È entrato in esercizio l’impianto agrivoltaico da 9,7 MW di Renantis a Scicli (RG), la cui produzione è stimata in circa 20 GWh all’anno, equivalente al fabbisogno di oltre 5mila famiglie.

L’impianto si trova nella contrada Landolina e si sviluppa su un terreno incolto. Oltre il 75% dell’area impegnata vede l’integrazione di produzione solare e agricola, mentre il resto è destinato unicamente all’agricoltura.

Le colture sono state scelte e identificate in collaborazione con il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania e comprendono alberi da frutto, erbe officinali e prato polifita per il pascolo delle pecore, allevamento di api e produzione di miele e prodotti dell’alveare.

L’attività agricola sarà gestita da una cooperativa locale, con benefici per l’intera area e la creazione di nuove opportunità di lavoro a livello territoriale.

Il lavoro con la comunità

Renantis ha inoltre organizzato numerose attività sul territorio, con programmi per le scuole, rapporti costanti con il mondo accademico.

Il Gruppo ha mostrato attenzione anche allo sviluppo della filiera locale e ad alcune partnership con gli agricoltori della zona.

In particolare, il Gruppo ha avviato un programma per la comunità, con l’istituzione di un fondo annuale per sostenere le iniziative locali nel Comune di Scicli e un programma di borse di studio per supportare i professionisti che studiano rinnovabili e sostenibilità energetica.

In aggiunta, Renantis ha lavorato a stretto contatto con l’Istituto Cataudella di Scicli, organizzando un corso di formazione per studenti delle scuole superiori per l’acquisizione di competenze sull‘impresa rigenerativa e sull’integrazione dell’agrivoltaico.

In collaborazione con l’Università di Palermo, l’azienda sta lavorando all’istituzione di 5 borse di studio, fino al valore di 2mila euro l’una, rivolte agli studenti del corso di laurea triennale in ingegneria dell’energia e delle fonti rinnovabili dell’Ateneo, che si laureano con tesi sull’energia rinnovabile.

Lending crowdfunding

A queste iniziative si aggiunge la campagna di lending crowdfunding, lanciata alla fine del 2021, che ha dato alla popolazione locale l’opportunità di investire nella costruzione di parte dell’impianto (Il lending crowdfunding di Renantis per un impianto agrivoltaico”).

I cittadini hanno potuto partecipare con importi da 200 euro a 10mila euro, ricevendo un rendimento annuo fino al 6% per dieci anni, con la possibilità di recuperare il capitale versato anche in caso di uscita anticipata.

La campagna ha ricevuto una risposta significativa, con oltre 180mila euro raccolti da 68 investitori, e si è aggiudicata il premio “L’Italia che verrà” di UnipolSai per la capacità di valorizzare il contesto economico, sociale, culturale e geografico locale creando un impatto positivo sulle comunità locali.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti