Scrivi

Top Utility, il 22 febbraio a Milano le premiazioni

  • 20 Febbraio 2017

Il premio viene attribuito alle aziende con le migliori performance tra le 100 aziende prese in esame dallo studio. Cinque i premi in palio: Top Utility Assoluto, Sostenibilità, Comunicazione, RSE Innovazione & Tecnologia e Idrotherm Formazione e Risorse Umane.

ADV
image_pdfimage_print

Si terrà il 22 febbraio a Milano (alle 9,30 presso la Camera di Commercio, Sala Conferenze, via Meravigli 9/b) la selezione del vincitore di Top Utility, il think tank che premia le eccellenze italiane nei servizi di pubblica utilità: elettricità, gas, acqua e rifiuti.

Tra i nomi in gara ci sono sia realtà affermate nel settore come A2a, Acea, Edison, Hera, Iren, ma anche Acquedotto Pugliese, Estra, Gruppo CAP sia realtà più piccole come Acqua Latina, Acque S.p.A., Acque del Chiampo e Società Gas Rimini.

Il premio viene attribuito alle aziende con le migliori performance tra le 100 aziende prese in esame dallo studio. Cinque le finaliste per ciascuno dei cinque temi presi in considerazione: Top Utility Assoluto, Sostenibilità, Comunicazione, RSE Innovazione & Tecnologia e Idrotherm Formazione e Risorse Umane.

Le cinque aziende che si contenderanno il premio Top Utility Assoluto sono – in ordine alfabetico – A2a, Acea, Gruppo CAP, Hera, Iren.

In gara per il premio Top Utility Sostenibilità, che premia le politiche di gestione ambientale e di Corporate Social Responsibility, è composta da Acea, Acque S.p.A, Estra, Gruppo CAP e Società Gas Rimini.

La top five invece alla voce Top Utility Comunicazione, riservato alle aziende che più di altre hanno saputo “raccontare” la loro attività attraverso i media tradizionali e il web, sono invece A2a, Acea, Gruppo CAP, Hera, Iren.

Per il Top Utility RSE Innovazione & Tecnologia, che premia la realtà che ha maggiormente investito in ricerca e sviluppo finalizzata all’innovazione, sono candidate A2a, Acquedotto Pugliese, Edison, Gruppo CAP, Iren.

Concorreranno, infine, ad aggiudicarsi il Premio Idrotherm Formazione e Risorse Umane: Acea,  Acqua Latina, Acque del Chiampo, Edison, Hera.

L’edizione 2017, che affronterà il tema dell’innovazione e della tecnologia, si aprirà con Alessandro Marangoni, CEO di Althesys, che illustrerà i dati della quinta edizione dello studio “Le performance delle utility italiane. Analisi delle 100 maggiori aziende dell’energia, dell’acqua, del gas e dei rifiuti”.

Interverrà poi Sandro De Poli, presidente e amministratore delegato Italia e Israele di General Electric, con un contributo su “La digitalizzazione e le nuove frontiere smart delle public utility”.

Infine, la tavola rotonda sul ruolo delle utility tra innovazione e presidio del territorio alla quale parteciperanno Stefano Besseghini, presidente RSE; Guido Bortoni, presidente dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico; Simone Mori, presidente di Assoelettrica; Giovanni Valotti, presidente di Utilitalia.

Tra i partner del progetto figurano Utilitalia, Confservizi, RSE, Idrotherm 2000, Althesys, AIDI, Assocarboni, Assoelettrica, CEDEC, Confindustria Energia, FAST, FCS, Federchimica, FISE-Assoambiente, GSE.

Il concorso è patrocinato da: Commissione Europea Rappresentanza per l’Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Ambiente, ENEA.

Il programma completo della giornata e il form di accredito sono disponibili sul sito www.toputility.it

Potrebbero interessarti
ADV
×