Scrivi

L’energia dal vento nel vecchio continente

  • 6 Febbraio 2008

Le statistiche ufficiali dell'EWEA sull'eolico in Europa nel 2007: con il grande exploit della Spagna superati i 56.000 MW, ma la crescita è più modesta rispetto al passato.

ADV
image_pdfimage_print
Dopo aver riportato nelle settimane scorse analisi statistiche e stime sull’eolico mondiale a fine 2007 (vedi articolo Qualenergia.it), l’European Wind Energy Association ha diffuso le statistiche ufficiali sulla crescita dell’eolico in Europa.
Secondo l’EWEA, nel 2007 la potenza eolica totale installata è cresciuta nel 2007 del 18%, raggiungendo un totale di 56.535 MW, di cui poco più di 1.000 sono offshore. La capacità totale delle nuove turbine eoliche messe in esercizio nell’UE lo scorso anno è stata pari a 8.554 MW, con un incremento di 935 MW sul 2006 (vedi mappa e dati sulle installazioni eoliche).
La potenza eolica presente in Europa eviterà circa 90 milioni di tonnellate di CO2 l’anno e produrrà 119 TWh in un anno di vento medio, pari al 3,7% della domanda elettrica europea. Nel 2000 meno dello 0,9% della domanda elettrica europea veniva soddisfatta dall’energia del vento.

La crescita del mercato nel 2007 è stata, rispetto al 2006, pari al 12%. Non certo una percentuale significativa e se si esclude il notevole incremento della Spagna, il dato è da considerasi ancora più ridimensionato. La Spagna ha infatti fatto segnare un nuovo record nel 2007, installando 3.522 MW eolici, il più alto livello mai raggiunto da ogni altro paese europeo in un solo anno. Nella penisola iberica, il 10% dell’elettricità ormai arriva dal vento (15.145 MW totali).
L’associazione europea dell’energia eolica segnala anche come il 2007 sia stato un anno di crescita “sostenuta” in Francia, con 888 MW aggiuntivi (raggiunti 2.454 MW) e in Italia, con 603 MW di nuove installazioni che portano il totale a 2.726 MW.
I nuovi Stati membri hanno avuto un buon risultato incrementando la capacità installata del 60%; in particolare con la Polonia che raggiunge un totale di 276 MW. La Repubblica Ceca che ha installato 63 MW ottiene il suo record storico assoluto facendo meglio della Bulgaria che si ferma a 34 MW.

Molto ridotta rispetto al passato la crescita annuale della Germania (1.667 MW) che resta però ancora il paese leader europeo e mondiale dell’energia eolica con 22.247 MW presenti sul territorio. Minore del previsto anche l’incremento di potenza in Portogallo (434 MW) e in Gran Bretagna (427 MW); entrambi i paesi sono alle spalle dell’Italia e della Francia nell’installato cumulativo, rispettivamente con 2.150 e 2.389 MW.

Il mercato globale delle turbine eoliche è cresciuto approssimativamente del 30% lo scorso anno, arrivando a 20.000 MW. Le società europee continuano ad essere leader di un settore che si stima valga circa 25 miliardi di euro.

L’EWEA fa notare anche nel periodo 2000-2008, dal vento è arrivato il 40% di tutte le nuove installazioni di generazione elettrica in Ue: 47.000 MW su 158.000 MW, secondo solo alle centrali a gas (88.000 MW).

LB

5 febbraio 2008

Potrebbero interessarti
ADV
×