In un recente discorso tenuto durante la Conferenza europea sulla politica e la normativa energetica il commissario sull’energia dell’ Unione europea Andris Piebalgs ha fatto il punto sulle questioni energetiche che interessano l’Europa. Efficienza, rinnovabili e obbligo sequestro della CO2 prodotta dalle centrali a carbone a partire dal 2020, sono alcuni dei punti toccato durante la relazione.

 Durante il discorso Andris Piebalgs ha tracciato quali sarebbero le stime circa i consumi d’energia nel Vecchio continente in uno scenario business as usual, citando i dati dell’Agenzia internazionale per l ‘energia e ha tracciato le linee guida necessarie per arrivare all’obiettivo di riduzione delle emissioni del 20% entro il 2020, raggiungendo contemporaneamente attraverso un mix di fonti verdi la quota del 20% da rinnovabili entro la stessa data, iniziando, nel frattempo quella che il Commissario chiama “una rivoluzione industriale legata alle rinnovabili.

 SF

Leggi il testo originale nel documento allegato

12 febbraio 2007