Quando l’impianto a biogas non lo voglio nel mio giardino

PRO
CATEGORIE:

Un impianto per il biogas realizzato da un consorzio di allevatori in Alto Adige incappa nella sindrome Nimby. Il timore era l'odore. Con l'impianto, ora avviato, ma che stenta a decollare, questo aspetto si risolve e si hanno altri benefici ambientali. Come ostacolare le rinnovabili con la burocrazia.

ADV
image_pdfimage_print

È una storia sintomatica del nostro Paese, quella dell’impianto per il biogas messo in piedi dalla Biogas Wipptal in provincia di Bolzano. Sono 64 le imprese agricole a conduzione familiare che qualche anno fa decidono di risolvere due problemi ambientali pensando di integrare il reddito derivato dall’allevamento delle mucche da latte producendo energia rinnovabile ed […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×