Il 24 ottobre 2014 sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i decreti attuativi tanto attesi per completare le possibili analisi in merito alla norma spalma-incentivi. In particolare il DM 17/10/2014 attua la tanto attesa opzione b (prevista dall’art. 26, comma 3 lett. b, del DL 91/2014).

I decreti attuativi contengono gli elementi necessari per effettuare la scelta tra le alternative in modo consapevole, ma la valutazione dello scenario meno penalizzante rimane complessa, sia per la difficoltà di interpretazione puntuale delle disposizioni, sia perché la modifica del business plan non riguarda soltanto l’ammontare degli incentivi ma anche la loro durata, le implicazioni fiscali e l’eventuale rimodulazione dei contratti di finanziamento.

Per aiutare gli operatori a effettuare la scelta migliore, Energy Intelligence ha messo a punto un sistema di simulazione che consente di ricalcolare in modo compiuto i business plan degli impianti fotovoltaici confrontando la situazione in essere con tutte le tre alternative previste dalla legge, arrivando anche al ricalcolo del Valore Attuale Netto delle varie ipotesi, in modo da poter effettuare un confronto razionale tra i diversi scenari.

Come noto il provvedimento prevede un taglio degli incentivi per tutti gli impianti fotovoltaici superiori ai 200 kW di potenza, con una serie di alternative per le quali devono optare i proprietari degli impianti entro il 30 novembre prossimo.

Dati i tempi stretti a disposizione per la scelta, Energy Intelligence ha predisposto un servizio accessibile on line sul portale della società che, a fronte della compilazione di una scheda con i dati principali dell’impianto, restituisce nell’arco di 48 ore un report contenente il risultato.