Tesi sulla transizione energetica, bando per il premio GSE

Domande entro l'8 novembre 2019.

ADV
image_pdfimage_print

Anche per il 2019 il GSE premierà la migliore tesi su “La transizione energetica: sviluppo di sistemi energetici sostenibili tra integrazione nelle reti, autoconsumo energetico e digitalizzazione dell’energia”, mettendo a disposizione del vincitore una borsa di studio del valore di 3.000 euro.

Le tesi di laurea specialistica dovranno essere attinenti al titolo del bando e dovranno trattare almeno uno dei seguenti aspetti, ponendo attenzione agli impatti e ricadute sul territorio:

  • soluzioni tecnologiche per l’impiego e la produzione delle energie rinnovabili;
  • soluzioni tecnologiche nel settore dell’efficienza energetica;
  • integrazione delle energie rinnovabili nelle reti energetiche (elettrica, gas e teleriscaldamento);
  • autonomia energetica;
  • digitalizzazione dell’energia;
  • attenzione agli aspetti economici e/o ambientali.

Non sono ammesse tesi già presentate nelle precedenti edizioni.

Nel giudizio finale – spiega il Gestore – sarà valutata positivamente l’applicabilità della tesi a casi concreti, oltre al livello di innovazione proposto, all’efficacia dei risultati e ricadute sul territorio, all’interdisciplinarietà, alla qualità dell’analisi e alla natura dell’elaborato.

Per candidarsi occorrerà inviare il modulo di partecipazione, la tesi in formato elettronico e una breve sintesi alla Segreteria Generale del Comitato Leonardo (c/o ICE, via Liszt 21 – 00144 Roma tel. 06.59927990-7991) entro e non oltre l’8 novembre 2019.

La premiazione si svolgerà nel corso della prossima Giornata Qualità Italia alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti