A fine 2022, il totale degli investimenti ammessi a detrazione con il Superbonus sfiora i 62,5 miliardi, per circa 68,7 miliardi di detrazioni.

Lo comunica Enea nel presentare i dati mensili sull’incentivo. A fine 2021, ricordiamo, gli investimenti mossi dal Superbonus erano arrivati a 16,2 miliardi di euro, pari a 17,8 miliardi di detrazioni.

Tornando al 2022, come si vede dalla tabella qui sotto, il 74,6% delle spese ammesse all’incentivo è relativo a lavori già completati, percentuale che sale all’82,2% per le abitazioni unifamiliari e al 77% per le unità immobiliari “funzionalmente indipendenti” (come ad esempio case a schiera con ingressi autonomi).

Il 13% circa degli interventi e il 46% delle spese è riferibile a lavori nei condomini.

Per i condomini, in media si sono investiti quasi 600mila euro a intervento, contro i circa 114mila per le case unifamiliari e i 97mila per le unità funzionalmente indipendenti.

Si veda anche: Tutto sul Superbonus 110%, la raccolta di QualEnergia.it