Gli ambiti di sviluppo del minieolico in Italia

  • 8 Settembre 2015

CATEGORIE:

ADV
image_pdfimage_print

 

a cura di Lorenzo Battisti (Università di Trento)

Professore Associato di Macchine a Fluido presso l’Università di Trento dove dirige il Laboratorio di Macchine. Si è laureato in Ingegneria Meccanica a Padova nel 1988 e ha conseguito un master post-laurea presso il von Karman Institute for Fluid-Dynamics nel 1996.

L’attività scientifica è focalizzata nel settore turbine a gas, turbine idrauliche ed energia eolica, con particolare attenzione alle analisi sperimentali. Con riferimento al settore eolico si è occupato di sistemi antighiaccio e gestione delle turbine nei climi freddi nell’ambito di una quasi decennale collaborazione scientifica e didattica con il Politecnico di Copenhagen.

Recentemente sta sviluppando la modellistica fluidodinamica nelle turbine di piccola taglia presso la struttura del campo eolico sperimentale di Trento (CEST). È autore di numerosi testi, articoli scientifici e brevetti.

e-mail: [email protected]

 

Abstract

Lo Speciale Tecnico analizza lo stato dell’arte della tecnologia del mini eolico. Sulla base dei dati pubblicati dai costruttori e da Enti riconosciuti come RSE e GSE vengono sviluppate alcune considerazioni relative alla producibilità degli impianti esistenti, sulle tecnologie disponibili e il loro impatto su prestazioni, manutenzione e costi, includendo anche delle valutazioni sulle turbine rigenerate e i mini-parchi. Il documento si conclude con una discussione sulle principali barriere allo sviluppo del settore.

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti