Rinnovabili e accesso all’elettricità: qualche progresso ma siamo molto indietro

Se continuiamo così, nel 2030 resteranno ancora “al buio” 650 milioni di persone. Il nuovo report di Iea, Irena e Nazioni Unite sui Sustainable Development Goals.

ADV
image_pdfimage_print

Il numero di abitanti del pianeta senza accesso all’elettricità è sceso a circa 840 milioni, da 1 miliardo nel 2016 e 1,2 miliardi nel 2010. Ma, nonostante i progressi degli ultimi anni, il mondo deve accelerare nettamente per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) per il 2030.

Ottenere i Sustainable Development Goals, tra cui quello garantire energia sostenibile, affidabile e moderna per tutti entro la fine del prossimo decennio, rimane possibile ma richiederà sforzi più sostenuti, in particolare per raggiungere alcune delle popolazioni più povere del mondo e migliorare la sostenibilità energetica.

Questo il bilancio del nuovo rapporto Tracking SDG7: The Energy Progress Report (link in basso) prodotto dall’Agenzia internazionale per l’energia (Iea), dall’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IrenA), dalla Divisione statistica delle Nazioni Unite (UNSD) ), la Banca mondiale e l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

India, Bangladesh, Kenya e Myanmar sono tra i paesi che hanno fatto più progressi dal 2010 in quanto ad accesso all’energia. Tuttavia – si spiega – senza azioni più efficaci, nel 2030 resteranno ancora 650 milioni di persone senza elettricità e nove su dieci di loro vivranno nell’Africa sub-sahariana.

Anche l’accesso a soluzioni di cottura pulite e le rinnovabili negli usi termici e nel trasporto sono ancora molto indietro rispetto agli obiettivi.

“Mantenere ed estendere il ritmo dei progressi in tutte le regioni e in tutti i settori richiederà un impegno politico più forte, una pianificazione energetica a lungo termine, maggiori finanziamenti privati ​​e adeguati incentivi politici e fiscali per stimolare una più rapida diffusione delle nuove tecnologie”, si legge nella nota che accompagna il documento.

Il rapporto tiene traccia dei progressi globali, regionali e nazionali sui tre obiettivi dell’SDG7: accesso all’energia e cottura pulita, energia rinnovabile ed efficienza energetica (risultati basati su dati ufficiali a livello nazionale aggiornati a fine 2017, cliccare sull’immagine per andare al sito con le mappe interattive e i rapporti sui singoli paesi).

Dopo un decennio di progressi costanti, mostra il report, il tasso di elettrificazione globale ha raggiunto l’89% e 153 milioni di persone hanno ottenuto l’accesso all’elettricità ogni anno.

Tuttavia, la sfida più grande rimane nelle aree più remote a livello globale e nell’Africa sub-sahariana, dove 573 milioni di persone vivono ancora al buio.

Per garantire l’elettricità a questa parte della popolazione mondiale, saranno cruciali le soluzioni off-grid, tra cui l’illuminazione solare, il fotovoltaico su tetto e sempre più mini reti.

Globalmente, almeno 34 milioni di persone nel 2017 hanno ottenuto l’accesso all’elettricità tramite tecnologie off-grid, si spiega.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti