Scrivi

Ricarica veicoli elettrici, quando si accede alla detrazione del 50%

Il chiarimento dell'Agenzia delle entrate.

ADV
image_pdfimage_print

La detrazione del 50% non è prevista per l’acquisto di wallbox di ricarica trasportabili, nemmeno se rispettano gli altri requisiti di legge per accedere allo sgravio.

A chiarirlo è l’Agenzia delle entrate in risposta al dubbio di un contribuente.

Attualmente la norma (art. 16-ter Dl 63/2013) – spiega l’Agenzia – non prevede la detrazione per l’acquisto di una stazione di ricarica portatile, ma esclusivamente per le spese documentate, sostenute dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021, relative all’acquisto e alla posa in opera delle infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, inclusi i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino a un massimo di 7 kW.

Sono detraibili, inoltre, le spese per le opere strettamente funzionali alla realizzazione dell’intervento.

Ai fini della detrazione, ricorda il Fisco – le infrastrutture di ricarica devono essere dotate di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico – art. 2, comma 1, lett. d) e h), del decreto legislativo n. 257/2016.

Si ricorda, infine, che la detrazione si applica anche alle spese documentate rimaste a carico del contribuente per l’acquisto e la posa in opera di infrastrutture di ricarica sulle parti comuni degli edifici.

ADV
×